09/01/2019 Articolo di

A passo di danze irlandesi

Alla scoperta delle origini della danza in Irlanda
Share

Si può tranquillamente affermare che gli irlandesi hanno la musica nel sangue.

Proprio per questo è estremante affascinante scoprire come il legame di questo popolo con l’arte della danza risalga sino alla notte dei tempi. Non si può, infatti, avere una datazione certa della pratica del ballo in Irlanda. Sicuramente la storia antica della danza irlandese è lo specchio del continuo spostamento della popolazione mediante le migrazioni e le invasioni. La miscellanea di culture in Irlanda ha favorito il fiorire di stili di danza differenti.

Si pensa che i primi a ballare furono i Druidi nei rituali religiosi in onore delle querce e del sole.

Tracce delle loro propiziatorie danze circolari sopravvivono ancora nelle odierne danze irlandesi ad anello.
I Celti, che arrivarono in Irlanda dall’Europa centrale più di duemila anni fa, portarono con sé diverse danze e musiche. Nel dodicesimo secolo le conquiste da parte dei normanni portarono nuove usanze Irlanda. Il The Carol, ad esempio, era una danza normanna in cui il leader cantava circondato da alcuni ballerini che rispondevano intonando gli stessi ritornelli. Durante la metà del XVI secolo le conquiste inglesi portarono la danza nelle grandi sale dei castelli, sino alla corte della regina Elisabetta. Le danze irlandesi come le conosciamo oggi devono molto agli esuberanti “maestri di danza” comparsi in Irlanda verso la metà del XVIII secolo. Queste figure si spostavano di villaggio in villaggio e, vestiti in modo particolarmente sgargiante, impartivano lezioni.

Le più note danze irlandesi sono sicuramente il set e il ceili dancing (danze di gruppo) e la step dance o solo dance (danza da solista).

La tecnica del “battering” è il più noto virtuosismo di questo ballo: consistente nel battere i piedi per terra seguendo il ritmo della musica.  In passato i  ballerini collocavano nelle loro scarpette delle monete oppure inserivano dei chiodi sotto la suola, in prossimità della punta, per renderla metallica e quindi più sonora. Per ottenere un suono chiaramente udibile dei passi oggi si usano delle calzature appositamente realizzate. Ai giorni nostri  i costumi indossati dai ballerini irlandesi  commemorano gli abiti del passato e la maggior parte delle vesti presentano simboli celtici ricamati a mano. La mise dagli uomini, realizzata con un semplice gonnellino, una giacca e un mantello piegato drappeggiato sulla spalla, è particolarmente ricca di storia.

L’incredibile successo di Riverdance e più recentemente di Lord of the Dance ha portato la danza irlandese sui palcoscenici di tutto il mondo.

Ti va di ballare con noi?